Home > Trasporti > Accessibilità a Malta: informazioni utili per i disabili in vacanza
passerella di legno a Ramla Bay
passerella di legno a Ramla Bay

Accessibilità a Malta: informazioni utili per i disabili in vacanza

Malta è accessibile per i disabili? Di massima sì. L’arcipelago maltese ha delle caratteristiche tali per cui renderla pienamente accessibile è comunque complicato, inoltre i maltesi sebbene recentemente si siano dati da fare, hanno ancora parecchio lavoro davanti. In ogni caso, con le dovute accortezze, una vacanza a Malta è pienamente fattibile anche per i disabili. I problemi da affrontare sono:

  • a Malta i marciapiedi sono quasi sempre stretti. È un problema che riguarda la conformazione stessa delle strade, per cui non è facilmente risolvibile. Ovviamente questo influisce sull’accessibilità di altre strutture, come alberghi, ristoranti e negozi; d’altro canto, non appena c’è un po’ di spazio, i marciapiedi vengono regolarmente occupati da tavolini di bar e ristoranti, cartelloni pubblicitari e quant’altro. In effetti a Malta è normale per i pedoni camminare lungo la strada in alcune vie.
  • le pendenze in alcune località sono importanti.
  • alcuni monumenti, molti negozi e ristoranti non sono accessibili: per i monumenti abbiamo compilato una lista (più in basso), per i ristoranti conviene chiamare in anticipo, quasi sempre c’è qualcuno che parla italiano che può rispondere al telefono (altrimenti è meglio contattare su Facebook che scrivere email).

Per quanto riguarda i punti a favore:

  • Tutti gli snodi principali dei trasporti, i monumenti più importanti e le spiagge principali sono accessibili: in pratica il meglio di Malta è ragionevolmente raggiungibile da chiunque.
  • In generale i maltesi sono empatici, ma discreti: se possono dare una mano lo fanno volentieri, senza essere invadenti.
  • Malta fa parte del progetto europeo sulla carta del disabile, per cui è possibile accedere a determinati benefici, fra cui l’accesso gratuito in tutti i monumenti pubblici per l’accompagnatore. Maggiori informazioni in questa pagina.

Trasporti accessibili a Malta

I trasporti pubblici a Malta sono quasi completamente accessibili, sia gli autobus che le infrastrutture. Tra le ultime elenchiamo:

  • L’aeroporto: pienamente accessibile, fra l’altro è una delle poche strutture con bagni accessibili. Dovrebbe essere la compagnia aerea a contattare l’aeroporto per far trovare l’assistenza all’arrivo, questi sono i contatti per Air Malta, con Ryanair potete richiedere l’assistenza speciale nel momento di acquisto del biglietto.
  • Le stazioni degli autobus di Valletta, Bugibba, Cirkewwa e Victoria, tutte accessibili e con rampe;
  • Gli imbarchi da e per Gozo: gli edifici e i moli di Cirkewwa (a Malta) e Mgarr (a Gozo) sono pienamente accessibili;
  • Il Valletta Waterfront (dove sbarcano le navi da crociera) e l’ascensore per salire fino a Pjazza de Kastilija, in pratica si può scendere da una nave da crociera, e arrivare al centro di Valletta senza nessun problema.
  • Gli autobus: tutti gli autobus hanno delle rampe a ribalta per permettere l’accesso con sedie a rotelle, e la grande maggioranza ha spazi dedicati per poter viaggiare in tranquillità. Foto delle rampe sono disponibili qui. Per quanto riguarda le sedie motorizzate, ci sono delle specifiche massime per poter salire sugli autobus: 60 centimetri di larghezza, 100 di lunghezza, un raggio di 120 cm e un peso complessivo (incluso il passeggero) di 300 kg.  Sia per le sedie motorizzate che per gli scooter elettrici (mobility scooter) è necessario richiedere un permesso, trovate contatti e informazioni sul sito ufficiale dell’azienda dei trasporti pubblici di Malta, al quale vi rimandiamo.
  • I ferry che collegano Valletta con Sliema e le Tre Città: i moli hanno gli scivoli adeguati, sinceramente le rampe per imbarcarsi ci sono sembrate strette, però ci hanno garantito che sono pienamente accessibili.

I problemi con i trasporti pubblici sono sostanzialmente due: il primo deriva sempre dai marciapiedi, per cui alcune fermate dell’autobus sono difficili da raggiungere; il secondo problema è che durante gli orari di punta gli autobus sono pieni, specialmente in estate, per cui è difficile salire per chiunque. In effetti, se vediamo ogni tanto dei disabili  in autobus, succede a metà mattinata o in pomeriggio, quando i flussi di lavoratori sono già negli uffici.

Noleggiare auto o equipaggiamenti

Malta ha recepito la normativa europea sul riconoscimento dei contrassegni per i disabili da mostrare sulle auto quando si vuole usare un parcheggio riservato, per cui si può portare il contrassegno per disabili italiano ed esporlo direttamente sull’auto presa a noleggio a Malta senza bisogno di nessun altro passaggio. La FIA consiglia, in questo articolo, di stampare ed esporre, a fianco al proprio contrassegno, questo foglio, in modo tale da dare la possibilità alla polizia locale di sapere di cosa si tratta.

Nei pressi di tutte le attrazioni e località principali esistono parcheggi per disabili, tuttavia nelle singole località potreste avere difficoltà a trovare parcheggio, specialmente in estate, e consigliamo caldamente di trovare un alloggio che offra anche il posto auto.

  • Per sedie, scooter elettrici e quant’altro potete contattare Ok Medical, si trova a Qawra, vicino Bugibba, oppure Star Tourist Services, situata proprio a Bugibba.
  • Esiste un noleggiatore d’auto situato con minivan adattati, si chiama Wheelchair Friendly, e si trova a Qormi. Potete contattarlo sulla sua pagina facebook, potete trovare un depliant con alcune immagini in questa pagina. Abbiamo provato a scrivergli, ma non abbiamo avuto risposta, tuttavia essendo consigliato dall’ente del turismo, lo abbiamo inserito. Un’alternativa potrebbe essere Malta Co-op, anche qui, maggiori informazioni sono disponibili direttamente sul loro sito.

Per informazioni generali vi rimandiamo alla lettura del nostro articolo sui noleggi a Malta.

Spiagge, escursioni in barca e diving

Le spiagge principali di Malta sono parzialmente accessibili, grazie a passerelle in legno appoggiate sulla sabbia. In alcune spiagge inoltre, sono a disposizione delle sedie speciali per entrare in acqua. Tra le spiagge sabbiose che dispongono di tali sedie ci sono:

  • Ramla Bay a Gozo;
  • Għadira Bay a Mellieħa;
  • Golden Bay a Mgarr;
  • San Tumas a Marsaskala (non è sabbiosa, però dispongono sia degli accessi che delle sedie per entrare in acqua).

Importante: il servizio delle sedie è a disposizione dal primo giugno al 30 settembre.In tutti i casi è necessario, una volta arrivati alla spiaggia, chiedere l’assistenza ai bagnini.

Le  prime tre hanno il vantaggio di essere molto grandi e di avere parcheggi riservati per i disabili, e in effetti sono fra le migliori di Malta, San Tumas ha invece il vantaggio di avere un parcheggio per disabili davvero molto vicino all’acqua, oltre agli scivoli per arrivare vicino. Esistono altre spiagge accessibili a Malta, una lista completa è disponibile sul sito ufficiale del turismo di VisitMalta (ma prendetela con le molle, non è una sezione molto aggiornata), mentre maggiori informazioni su dove si trovano tali spiagge elencate sopra sono disponibili nel nostro articolo sulle spiagge migliori di Malta.

Per le escursioni in barca, la compagnia Captain Morgan ha un paio di navi accessibili fra le varie della sua flotta incluse di bagni adatti, tuttavia va contattata in anticipo. Tra le escursioni, da evitare quella che va solo a Comino, in quanto tutta l’isola in pratica non è accessibile.

Immersioni: attualmente ci risulta una scuola con istruttori abilitati, Nautic Team di Gozo.

Accessibilità a Valletta

Pur essendo situata sul mare, Valletta è completamente circondata da bastioni alti fino a 50 metri, oltre ad avere vie laterali con forti pendenze e scale: per cui gli accessi diretti dal lungomare spesso hanno pendenze importanti. In realtà non è un grosso problema: esistono diverse soluzioni per superare il dislivello, e una volta arrivati alla parte alta, le principali attrazioni della capitale maltese si trovano in una zona relativamente pianeggiante e quasi completamente pedonalizzata. L’unico problema potrebbe essere raggiungere Forte Sant’Elmo e il Museo Nazionale della Guerra dalla parte alta, date le forti pendenze: in questo caso, si può prendere l’autobus 133, come spiegato più avanti.

scale per stradine laterali di Valletta
scale per stradine laterali di Valletta

Tra le attrazioni accessibili segnaliamo:

L’accessibilità al Palazzo del Gran Maestro dipende da un ascensore, che pare rompersi di tanto in tanto, a giugno 2018 era rotto, poi risulta essere stato riparato durante l’estate.

Per chi arriva in nave da crociera

Tutte le navi arrivano al Valletta Waterfront: una volta sbarcati, è sufficiente proseguire per 400 metri sul lungomare per raggiungere l’ascensore (costo 1,50 € per salire, gratuito per scendere), e salire fino agli Upper Barakka Gardens. I giardini si trovano di fronte a Pjazza Kastilija, in pratica già nella zona centrale di Valletta.

Per chi arriva in autobus

La stazione degli autobus di Valletta si trova di fronte alla porta principale della città: basta percorrere un centinaio di metri dal capolinea degli autobus per arrivare sempre nella zona monumentale.

Esiste un trenino turistico che fa il giro di tutta Valletta, parte ogni 30 minuti dalla piazzetta di fronte alla Concattedrale.

trenino turistico a Valletta
trenino turistico a Valletta

Il ferry da Sliema

Il ferry da Sliema ha invece ha il suo molo d’attracco dall’altro lato di Valletta, in Triq il-Lanca. Qui non ci sono ascensori, tuttavia ogni 30 minuti passa l’autobus 133 (questo è il tragitto con gli orari) giusto di fronte al molo, alla fermata di VFS Valletta. Fa un bel giro panoramico e termina la corsa alla stazione degli autobus.

Accessibilità a Sliema e St. Julian’s

lungomare di Sliema
lungomare di Sliema

Tutta la passeggiata sul lungomare è accessibile, con rampe ad ogni incrocio. Che poi di fronte alle rampe ci possano essere auto parcheggiate, questo è un altro paio di maniche. Il lato opposto al mare, dove si trovano tutti i negozi, bar e alberghi, è ottimo se volete provare lo slalom: cartelli, pali, tavolini, sedie e una quantità enorme di passanti. Ovviamente c’è il vantaggio di poter trovare facilmente un posto per mangiare, in quanto non c’è bisogno di entrare all’interno dei locali. Ci sono alcune strade pedonalizzate all’interno di Sliema, e sono quelle attraversate dalla maggior parte dei turisti. La situazione a St. Julian’s è piuttosto simile a quella di Sliema.

Tra gli alberghi completamente accessibili, segnaliamo l’hotel Valentina, in base a questa recensione, e l’Holiday Inn Express, con bagni dotati di corrimano.

Accessibilità nelle altre zone di Malta

Tutta la zona di St. Paul’s Bay è simile dal punto di vista pratico a quella di Sliema: lungomare percorribile, qualche spiaggia più o meno accessibile, e un po’ di difficoltà a percorrere le vie interne, ma in effetti, la parte migliore è sul lungomare.

Tra gli alberghi accessibili, segnaliamo il Seashell Resort, a Qawra, in base a questa recensione.

A Mellieħa invece le pendenze potrebbero rappresentare una sfida importante per i disabili, soprattutto per girare il paese la sera in cerca di un ristorante.

Tra gli hotel segnaliamo il Ramla Bay Resort, con due commenti (in inglese) di clienti disabili: qui e qui.

Accessibilità a Gozo

Arrivare a Gozo è facile, ma tenete presente che per raggiungere la cittadella di Victoria, c’è da affrontare una salita breve ma intensa. È possibile muoversi nella parte interna della cittadella, ma non ci sono ascensori per salire fin sulle mura. I trasporti pubblici hanno frequenze minori che a Malta, per cui, se volete girare Gozo è meglio se venite con un mezzo proprio.

Sconti per disabili

A Malta è previsto uno sconto nei musei pubblici per i visitatori disabili, equivalente al biglietto ridotti per gli studenti: questo sconto cambia da museo a museo, ma corrisponde circa al 30-40%; la lista degli sconti è disponibile su questa pagina (seconda colonna): http://heritagemalta.org/book-buy/admission-fees/. Non sono previsti sconti per l’Ipogeo, dato che è una struttura non accessibile in sedia a rotelle.

Per ottenere questi sconti è necessario presentare una documentazione relativa: è certamente valida la carta europea del disabile (maggiori informazioni sul loro sito), tuttavia potrebbe essere sufficiente un documento italiano, sebbene ciò dipenda dalle sensibilità delle singole biglietterie.

Per quanto riguarda la Concattedrale di San Giovanni Battista, i disabili possono entrare gratuitamente, tuttavia i loro accompagnatori pagano il biglietto intero (o ridotto se ne hanno diritto). In questo caso è sufficiente mostrare una documentazione qualsiasi che attesti l’invalidità.

Lista di musei ed attrazioni accessibili a Malta

La lista è solo parziale, e riguarda solo i monumenti e le attrazioni principali.

Gozo - rampe nel tempio di Ggantija
rampe nel tempio di Ggantija, a Gozo

Come fonti aggiuntive vi suggeriamo di leggere questa serie di articoli di Rotex, su VanityFair, l’articolo di Pamela e il resoconto di  Giulia e Umberta.

[Totale: 0 voti Media: 0]