Home > Cosa vedere > Templi di Ġgantija
Itinerario storico ai templi di Gigantija

Templi di Ġgantija

I templi di Ġgantija (si pronuncia gigantìa) si trovano a Xaghra, sull’isola di Gozo, e sono uno dei principali siti archeologici delle isole maltesi. Il sito è composto da due templi realizzati tra il 3600 e il 3200 a.C., utilizzati fino a circa il 2500 a.C.. Il loro buon stato di conservazione e la loro importanza nella ricostruzione dei riti e delle usanze preistoriche hanno fatto si che i templi siano stati iscritti nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’UNESCO.

Origine e struttura dei templi

La parola Ġgantija deriva dal maltese Ġgant, ovvero “gigante”, appunto perchè un tempo era diffusa la credenza che questi templi fossero stati costruiti da un’antica razza di giganti. La popolazione non riusciva a spiegarsi altrimenti come semplici uomini avessero potuto spostare e sollevare megaliti che arrivano a pesare anche 50 tonnellate. In effetti, non si ha certezza della tecnica costruttiva impiegata. Come nei templi di Tarxien, sono state trovate delle sfere di pietra: l’ipotesi più accreditata è che probabilmente siano state usate per far scorrere i massi.

L’ingresso è costituito da un centro d’informazioni con un piccolo museo, ben fatto, dove vengono spiegati vari aspetti legati al Neolitico maltese e ai suoi templi. Sono esposti anche alcuni importanti reperti ritrovati sia a Xaghra che in altri siti sparsi per Gozo: una parte dei reperti ritrovati in questo sito sono esposti nel Museo Archeologico di Gozo. Le targhe espositive sono in inglese e maltese. Una volta concluso il giro all’interno del centro visite si può seguire un percorso esterno per raggiungere i due templi, situati lì vicino.

museo templi di gigantija
il museo situato nel centro visitatori raccoglie i vari manufatti raccolti nell’area

La pianta dei templi è molto particolare, e ricorda la forma delle statue votive ritrovate in tutta Malta: sono composti da cinque absidi, o stanze, e da un corridoio centrale. In origine le absidi erano coperte da cupole, crollate in età antica. Il piazzale probabilmente ospitava la folla e i riti pubblici, mentre le stanze interne erano riservati ai sacerdoti o sacerdotesse. Si sa con certezza che le pareti interne erano dipinte, grazie al ritrovamento di frammenti di intonaco dipinti con ocra rossa, visibili al Museo Archeologico di Gozo.

Alcuni studiosi collegano le forme rotondeggianti dei templi di Ġgantija alle forme della Dea Madre, con fianchi larghi e seni prosperosi. Nei templi di Ġgantija si svolgevano probabilmente riti legati alla fertilità, come confermerebbero le numerose statuette ritrovate nei vari templi sparsi per Malta, tutte raffiguranti corpi femminili.  Si pensa che la società maltese fosse di tipo matriarcale, e fosse guidata da una casta di sacerdotesse.

manufatti museo gigantija
queste statuine hanno più di 5.000 anni di storia, eppure le sue linee sono assolutamente eleganti

Il Tempio Meridionale

Il Tempio Meridionale risale al 3600 a.C. e, tra i due, è il più grande, il più antico e quello meglio conservato: in questo tempio, infatti, sono stati ritrovati gli altari, i focolari e i fori per le libagioni. Questi elementi, assenti nell’altro tempio, hanno confermato la natura sacra e rituale del sito di Ġgantija.

altare nel tempio meridionale
altare nel tempio meridionale

Ognuno dei cinque absidi conteneva un altare e il ritrovamento di ossa animali nelle vicinanze suggerisce che fossero usati per sacrifici rituali. I fori ritrovati nel tempio probabilmente servivano per la raccolta delle offerte, o libagioni. Anche i focolari erano probabilmente legati a funzioni religiose.

All’entrata si trova un grande blocco di pietra con un incavo: si ipotizza servisse per le abluzioni rituali che precedevano l’ingresso nel luogo sacro.

Informazioni utili

I templi di Ġgantija sono accessibili ai disabili: diverse passerelle consentono l’ingresso nel centro visite e  l’accesso all’interno dei templi.

Come arrivare ai templi di Ġgantija

I templi di Ġgantija si trovano sull’isola di Gozo a Xaghra, in Triq John Otto Bayer.

  • Da Victoria: prendete la linea 307 (Victoria – Xaghra) e scendete alla fermata “Dahla“. Attraversate la strada, procedete qualche metro verso sinistra fino ad un incrocio ed imboccate la strada alla vostra destra: vedrete i templi di fronte a voi.
  • Da Mgarr, prendete l’autobus 322 (Mgarr – Malsalforn) e scendete alla fermata “Tempij“. Procedete qualche metro verso sud ovest e poi girate a destra, imboccando Triq L-Imqades; procedete dritti fino ad un incrocio; a questo punto andate a destra, su Triq John Otto Bayer e poi all’incrocio successivo girate nuovamente a destra su Triq Parsott. Percorretela per qualche metro fino a quando non raggiungerete una strada alla vostra destra: imboccatela e vedrete i templi di Ġgantija di fronte a voi. Il percorso a piedi è di qualche centinaio di metri: impiegherete poco più di cinque minuti per raggiungere i templi dalla fermata del bus.

Orari

I templi di Ġgantija sono aperti tutti i giorni, tranne il 24, 25 e 31 dicembre, il 1 gennaio e il Venerdì Santo. Per quanto riguarda le aperture giornaliere, il sito segue un orario estivo ed uno invernale. L’orario estivo è attivo dal 1 giugno al 30 settembre e prevede l’apertura del sito dalle 9:00 alle 18:00, con l’ultimo ingresso alle 17:30. L’orario invernale è in vigore dal 1 ottobre al 31 maggio e prevede l’apertura dalle 9:00 alle 17:00, con l’ultimo ingresso alle 16:30.

Biglietti

Il prezzo del biglietto intero è di 9 €, per i ragazzi tra i 12 e i 17 anni e per chi ha più di 60 anni il prezzo è di 7 €, infine per i bambini tra i 6 e gli 11 anni il costo del biglietto è di 3 €. L’ingresso è gratuito per i bambini fino ai 6 anni. Il costo del biglietto include anche l’accesso al vicino Mulino di Ta’ Kola, situato a circa 100 metri di distanza. In estate dopo le 16:30 si può entrare con una tariffa ridotta: in tal caso l’ingresso costa 6 € per gli adulti, 4,50 € per ragazzi e maggiori di 60 anni, e 3 € per i bambini dai 6 agli 11 anni. Come per buona parte dei monumenti di Malta, è previsto uno sconto del 50% ai possessori della Malta Discount Card, qui maggiori informazioni sulla carta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *