Home > Siti UNESCO

Siti UNESCO

Malta possiede tre siti patrimoni dell’UNESCO:

  • Valletta
  • I templi megalitici
  • L’ipogeo di Ħal Saflieni

La città di Valletta racchiude al suo interno ben 320 monumenti in un’area di 55 ettari, facendone una delle aree con la più alta concentrazione di monumenti nel mondo. In effetti la scelta dell’UNESCO consente di far preservare la città nel suo insieme.

I templi megalitici sono quelli di Ġgantija, Ħaġar Qim e Mnajdra, Tarxien, Skorba e Ta’ Ħaġrat. Si tratta di templi assolutamente unici nel suo genere, probabilmente della stessa età delle piramidi d’Egitto. Per quanto non siano rimaste molte tracce della civiltà che li ha costruiti, si è potuto ricostruire sia la loro funzione, che i metodi di costruzione, consentendo di offrire uno sguardo unico sull’alba della civiltà mediterranea. I templi variano fra di loro per stato di conservazione, metodi costruttivi impiegati ed epoca di costruzione, offrendo un percorso ideale nell’evoluzione della civiltà maltese che li costruì.

L’ipogeo di Ħal Saflieni è un’altra struttura assolutamente eccezionale, costituendo al momento l’unico esempio di tempio primitivo costruito sottoterra. L’ipogeo, una volta contenente un ossario, è stato costruito dalla stessa civiltà che ha costruito i templi megalitici, per essere più precisi l’ipogeo riprende la struttura dei templi, per quanto sia stato completamente scavato nella roccia.

Ipogeo di Ħal Saflieni: guida al monumento più antico di Malta

sala Ipogeo Hal Saflieni

L’Ipogeo di Ħal Saflieni è una struttura preistorica sotterranea situata a Paola, vicino ai templi di Tarxien. La sua costruzione è antichissima, e si pensa che sia stato realizzato attorno al 4.000 a.C., quindi più vecchio di Stonehenge e delle Piramidi; probabilmente è stato usato prima come tempio sacro, per poi diventare un luogo di sepoltura. L’ipogeo è stato interamente scavato nella roccia, scendendo per più di dieci metri di profondità, ed è suddiviso in tre livelli composti da camere comunicanti;  l’intera struttura riprende la pianta di altri templi maltesi, …

Continua »

Templi di Ġgantija

Itinerario storico ai templi di Gigantija

I templi di Ġgantija (si pronuncia gigantìa) si trovano a Xagħra, sull’isola di Gozo, e sono uno dei principali siti archeologici delle isole maltesi. Il sito è composto da due templi realizzati tra il 3600 e il 3200 a.C., utilizzati fino a circa il 2500 a.C.. Il loro buon stato di conservazione e la loro importanza nella ricostruzione dei riti e delle usanze preistoriche hanno fatto si che i templi siano stati iscritti nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’UNESCO. Origine e struttura dei templi La parola Ġgantija deriva dal maltese Ġgant, ovvero “gigante”, appunto …

Continua »

Templi di Tarxien

Templi preistorici di Tarxien

I templi di Tarxien sono un complesso di quattro strutture megalitiche realizzate tra il 3600 e il 1500 a.C., scoperto per caso nel 1913 da alcuni agricoltori locali. Delle quattro strutture, tre sono comunicanti tra loro tramite un muro esterno ed una – il Tempio Orientale Esterno – è isolata. Gli archeologi sono giunti alla conclusione che queste strutture svolgessero una funzione pubblica e non abitativa. Infatti, quasi sicuramente la comunità svolgeva qui numerosi rituali con sacrifici animali: sono stati ritrovati infatti vari altari, resti di animali e un coltello in …

Continua »

Templi di Ħaġar Qim e Mnajdra

ingresso del tempio di Mnajdra

I templi di Ħaġar Qim e Mnajdra si trovano a sud ovest di Malta, tra i paesi di Zurrieq e Qrendi, situati su un altopiano roccioso a poca distanza dal mare. I due templi distano circa 500 metri fra di loro. Come gli altri templi megalitici di Malta, Ħaġar Qim e Mnajdra sono iscritti nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. In tutto l’arcipelago maltese, sono stati trovati circa una ventina di siti simili, tutti risalenti a più di 5.000 anni fa. Si tratta di costruzioni realizzate prima delle piramidi egizie …

Continua »

Palazzo del Gran Maestro a Valletta: tutte le informazioni

Corridoio principale del Palazzo del Gran Maestro a Valletta

Il Palazzo del Gran Maestro è una delle attrazioni principali di Valletta: si tratta del più grande palazzo costruito in città, con un’area che occupa un intero isolato, ed uno dei più antichi. Conosciuto un tempo anche come Palazzo Pretorio, oggi ospita gli uffici del presidente maltese e l’Armeria. Il Palazzo del Gran Maestro è stato da sempre la sede del governo maltese: prima con i Cavalieri, poi con gli inglesi e infine con la repubblica, ospitando l’ufficio del presidente e la Camera dei Rappresentanti. La Storia del Palazzo del …

Continua »

Concattedrale di San Giovanni Battista a Valletta

Dettagli della decorazione della Concattedrale San Giovanni a Valletta

La Concattedrale di San Giovanni Battista è una delle principali attrazioni di Malta: si tratta di una delle più grandi cattedrali al mondo e uno dei principali esempi di architettura barocca in Europa, abbellita dai dipinti di Caravaggio e dalle opere di Mattia Preti. Il monumento, come tutto il centro di Valletta, fa parte dei siti dell’UNESCO. La realizzazione della Concattedrale fu commissionata nel 1572 dal Gran Maestro Jean de la Cassiere. Al termine dei lavori, nel 1577, l’edifico divenne la chiesa conventuale dell’ordine, sostituendosi alla chiesa di San Lorenzo …

Continua »