Home > Cosa vedere > Barrakka Gardens e Saluting Battery: guida ai giardini più panoramici di Malta
cannonata sparata dalla saluting battery a Malta

Barrakka Gardens e Saluting Battery: guida ai giardini più panoramici di Malta

I giardini Barrakka, o Barrakka Gardens, sono uno dei pochi spazi verdi presenti a Valletta, e sono famosi soprattutto per il panorama: si può godere di una vista superba su tutta la Gran Harbour, con le Tre Città sullo sfondo. Si dividono in upper Barrakka e lower Barrakka (superiori e inferiori), anche se in realtà non si trovano esattamente uno sopra l’altro, cosa che può generare qualche confusione.

Al di sotto degli upper Barrakka infatti si trova la Saluting Battery, una linea di cannoni usata fin dal periodo inglese per salutare le navi in entrata nella Gran Harbour. Ancora oggi  vengono sparate ogni giorno due cannonate, alle 12:00 e alle 16:00, oltre a determinate ricorrenze.

Gli Upper Barrakka

arcate degli upper barrakka gardens a Valletta

Gli upper Barrakka sono dei giardini pubblici situati sulle mura meridionali di Valletta, con una preziosa vista sulla Grand Harbour, la baia che separa Valletta dalle Tre Città. I giardini sono stati costruiti già durante il periodo dei Cavalieri, sul bastione di San Pietro e Paolo, convertendo il terrapieno in spazio verde. Dalla balconata dei giardini si può ammirare uno dei panorami più belli di tutta Malta, nonché lo sparo della cannonata due volte al giorno dalla sottostante Saluting Battery. Il segno distintivo dei giardini tuttavia è una doppia fila di arcate, disposte lungo tutta la parte panoramica. La storia delle arcate è molto curiosa: inizialmente erano parte di una struttura coperta, ma durante una rivolta nel 1775, conosciuta come Rivolta dei preti, la copertura fu rimossa dalla folla inferocita, e da allora sono rimaste solo le arcate.

Statue e targhe sparse intorno ai giardini ricordano alcuni dei momenti e dei personaggi più importanti della storia maltese, come la statua di Winston Churchill: è merito suo se Malta venne considerata agli albori della seconda guerra mondiale d’importanza strategica per la difesa britannica nel Mediterraneo, come i fatti gli diedero effettivamente ragione.

Come arrivare agli Upper Barrakka Gardens e orari

I giardini sono molto facili da raggiungere: se arrivate a Valletta in autobus, una volta entrati dalla porta principale è sufficiente girare a destra dopo il teatro reale, e raggiungere Pjazza Kastilja: l’ingresso ai giardini si trova sul fondo della piazza.

Non dimenticate l’ascensore che collega il lungomare direttamente ai giardini, essenziale per chi arriva in nave da crociera: una volta scesi, proseguite lungo la destra per circa 500 metri, troverete i cartelli che indicano l’ascensore. Per la salita è necessario pagare un biglietto di 1 €, che si può fare direttamente lì. La discesa invece è gratuita.

I giardini aprono ogni giorno, dalle 7:00 fino alle 22:00 (di conseguenza anche l’ascensore ha gli stessi orari). Ci sono alcune aperture serali in occasione di determinati eventi, ma in tali casi l’accesso è legato a biglietti d’ingresso o inviti.

La Saluting Battery

ingresso alla Saluting Battery negli Upper Barrakka gardens a Valletta
l’ingresso della Saluting Battery si trova subito dietro le arcate

Dato che i giardini furono costruiti sopra dei bastioni, al di sotto di essi ci sono varie strutture militari, anche di una certa importanza. In effetti la Saluting Battery non fa parte dei giardini, ma come si può vedere dalla foto, si trovano subito al di sotto di essi. L’origine della Saluting Battery risale fino all’epoca dei Cavalieri di Malta, ed è continuata nel periodo inglese. In origine i colpi di cannone sparati ogni giorno erano tre: uno a mezzogiorno per segnare il tempo, e gli altri due per segnalare l’apertura e la chiusura delle porte cittadine di Valletta, al mattino e alla sera. In funzione fino al 1954, la batteria venne smontata, per poi essere reinstallata in epoca più recente.

Al di sotto della Saluting Battery, in un complesso di tunnel scavati nella roccia, si trovano le Lascaris War Rooms, ossia il comando generale britannico durante la seconda guerra mondiale. In questo complesso sono stati organizzati alcuni degli eventi più importanti della seconda guerra mondiale, tra cui la difesa all’assedio di Malta, la notte di Taranto (operazione Judgement), e lo sbarco in Sicilia (operazione Husky). Le war rooms sono aperte al pubblico e visitabili, ci siamo stati e ne abbiamo parlato in modo estensivo in questo articolo.

Orari e costi

La Saluting Battery si trova praticamente sotto ai giardini, di fronte alle arcate troverete una doppia scalinata che porta al livello inferiore. È possibile entrare nel piccolo museo della Batteria per 3 € (1 € per i ragazzi fino ai 16 anni), ed assistere allo sparo della cannonata da un’altra prospettiva, certamente meno affollata rispetto a quella del livello superiore.Il biglietto include una visita al piccolo museo annesso, con un’audioguida in italiano inclusa nel biglietto.

I Lower Barrakka

I lower Barrakka Gardens (inferiori) si trovano a circa 500 metri di distanza da quelli superiori. Come questi ultimi sono stati costruiti su un bastione, in questo caso quello di San Cristoforo. Mentre i giardini superiori sono piuttosto affollati dai turisti, quelli inferiori invece sono frequentati soprattutto dagli abitanti del luogo. Anche in questi giardini si trova una fila di arcate, un tempo parte di una terrazza coperta.

Ciò che caratterizza il parco comunque è un piccolo tempio in stile greco (dorico): in realtà è monumento del 1811, eretto per commemorare Alexander Ball, l’ammiraglio britannico che costrinse alla resa le forse di obaraccupazione francesi a Malta nel 1802.

Siege Bell Memorial

Se negli upper Barrakka sparano le cannonate, nei lower suonano una campana: è la Siege Bell Memorial, un monumento dedicato a tutti coloro che hanno perso la vita per difendere Malta durante la seconda guerra mondiale. Inaugurato nel 1992, suona ogni giorno alle 12:00. Su un lato del memoriale, si trova un’iscrizione recitante Obumbrasti super caput meum in die belli (salmi 139:8, edizione in vulgata della Bibbia di San Girolamo, in uso durante il periodo dei Cavalieri), che significa “mi hai protetto in tempo di guerra”. Non è una frase scelta a caso: dopo il Grande Assedio del 1565 la stessa scritta venne incisa sopra la porta di Provenza a Birgu. Nel primo caso furono respinte le truppe ottomane, nel secondo quelle nazifasciste.

Come arrivare ai Lower Barrakka e orari

Se vi trovate negli Upper gardens, uscite dai giardini e girate strettamente a destra, troverete una scalinata e po: sarebbei una strada dritta, basta percorrerla tutta. Se vi trovate altrove, c’è una traversa di Repubblic Street e Merchant Street chiamata St. Cristopher Street: sarebbe la seconda dopo il Palazzo del Gran Maestro arrivando dalla porta principale. Come per i giardini superiori, i Lower Barrakka sono aperti dalle 7:00 fino alle 22:00, tutti i giorni.

[Totale: 0 voti Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.