Home > Cosa vedere > Mosta
Chiesa Rotunda di Mosta

Mosta

Mosta è uno dei comuni più grandi di Malta: nato come piccolo centro medievale abitato principalmente dai contadini che lavoravano i campi circostanti, oggi è una città molto attiva, con una popolazione in continuo aumento negli ultimi anni. La principale attrazione di Mosta è la Chiesa Rotunda: la maestosa chiesa nel centro della città con la terza cupola più grande d’Europa. Oltre a ciò, a Mosta si possono visitare le Catacombe di Ta’ Bistra e alcuni resti di insediamenti preistorici.

Cosa vedere a Mosta

Dato che si trova al crocevia delle strade che collegano Sliema, Melliea, Mdina e Bugibba, è molto facile raggiungere Mosta, per cui vale la pena spenderci un paio d’ore, magari per completare una giornata di escursioni a Mdina o a Melliea.

Chiesa di Mosta Rotunda

interno della chiesa di Mosta Rotunda
interno della chiesa di Mosta Rotunda

La Chiesa di Mosta Rotunda è probabilmente la chiesa più imponente di Malta, ed è famosa per la sua cupola, dal diametro di 37 metri, una delle più grandi al mondo. L’edificio fu progettato da un architetto francese residente a Mosta, George Grognet de Vasse, su imitazione del Pantheon di Roma, a cui in effetti si nota una certa somiglianza. Dopo 27 anni di lavori la Rotunda fu terminata nel 1860 e dedicata a Santa Maria Assunta, la patrona della città. Data la sua particolare forma, la chiesa esternamente potrebbe essere definita più di stile eclettico che non neoclassico, sebbene l’uso della pietra locale per la costruzione permette alla chiesa d’incastonarsi bene con l’ambiente circostante. Internamente la Rotonda è decorata in stile neoclassico, con 6 lati occupati da nicchie con finestre, per far entrare più luce, oltre agli spazi ricavati per l’altare maggiore e l’ingresso. Quasi tutti i quadri e sculture presenti all’interno della Rotonda risalgono al XIX o XX secolo, e non hanno un particolare valore artistico. Da notare come anche interamente la cupola è decorata con le stesse geometrie del Pantheon di Roma, con un effetto molto gradevole alla vista.

Un aneddoto lega questa chiesa alle vicende della seconda guerra mondiale: l’8 aprile del 1942, proprio mentre in chiesa veniva officiata una messa, una bomba tedesca da 200 kg colpì la cupola e cadde in mezzo alle navate. L’ordigno non esplose, tutti i fedeli rimasero miracolosamente illesi e la cupola riportò lesioni facilmente riparabili. La bomba fu poi disinnescata e buttata in mare. Oggi è possibile vederne una copia nella sacrestia.

bomba della seconda guerra mondiale nella chiesa di Mosta Rotunda
copia della bomba nella sacrestia

Nella chiesa Rotunda viene celebrata ogni 15 di agosto la messa per la festa dell’Assunzione, a cui poi seguono gli spettacolari festeggiamenti lungo le vie della città. I fuochi d’artificio sono fra i più spettacolari di tutta l’isola, richiamando ogni anno numerosi turisti. Ci sono anche altri festeggiamenti durante il 15 di agosto, potete leggere maggiori informazioni nel nostro articolo dedicato a cosa fare ad agosto a Malta.

Come arrivare alla Chiesa Rotunda e orari

La Chiesa è facilmente visibile già dai paesi circostanti, per cui non è difficile da trovare. Ci sono diverse linee degli autobus che passano di fronte alla chiesa, per cui è molto facile raggiungerla con i mezzi pubblici. Cliccando sui numeri delle linee aprirete la pagina con tragitto e orari ufficiali, invece sulla località proseguirete la navigazione all’interno del sito, con altre informazioni utili. La Chiesa di Mosta Rotunda è visitabile tutti i giorni dalle 9:00 alle 11:45 e dalle 15:00 alle 17:00. L’ingresso è libero, ma si consiglia di lasciare una piccola donazione. Durante la domenica e altre festività comandate è molto probabile trovare una messa in corso, per cui evitate di disturbare i fedeli in preghiera.

Catacombe di Ta’ Bistra

Le catacombe di Ta’ Bistra, risalenti al IV secolo d.C., sono la più grande serie di tombe e catacombe maltesi dopo le catacombe di Rabat.

Il sito è stato scoperto alla fine dell’Ottocento, ma gli scavi iniziarono solo nel 1933, perchè una parte del sito si trovava sotto una recente strada che portava a Burmarrad. Grazie a tre progetti finanziati dall’Unione Europea, nell’ultimo decennio gli scavi sono avanzati portando alla luce l’intero sito. Purtroppo, poco sopra l’area delle catacombe, oltre alla strada, era presente anche una fattoria che in parte ha danneggiato l’area archeologica. Oggi questa casa colonica è stata trasformata in un piccolo centro di orientamento per i visitatori.

Le catacombe e la casa colonica sono coperta da una struttura protettiva. Si tratta, inoltre, delle uniche catacombe a Malta pienamente accessibili ai disabili.

Come arrivare alle Catacombe di Ta’ Bistra

Le catacombe si trovano in Triq Francesco Napolitano Tagliaferro, a circa 500 metri dalla chiesa di Mosta Rotunda, in direzione di Burmarrad e St. Paul’s Bay.

Orari e ingressi

Le catacombe di Ta’ Bistra sono aperte al pubblico i martedì, giovedì e sabato dalle 9:00 alle 17:00 (l’ultimo ingresso è alle 16:30). Il sito resta chiuso il 24, il 25 e il 31 dicembre, il 1 gennaio e il Venerdì Santo. Il costo dell’ingresso per gli adulti (18 – 59 anni) è di 5,00 €, per i ragazzi (12 – 17 anni) e gli over 60 è di 3,50 € e per i bambini (6 – 11 anni) è di 2,50 €. I bambini fino ai 5 anni entrano gratis.

Cappella della Speranza

Situata vicino all’omonima vallata, la Cappella della Speranza è una chiesetta costruita tra il 1760 e il 1761, famosa tra i locali per la leggenda legata alla sua costruzione. Si racconta che durante l’invasione turca, in questa vallata si trovavano due giovani sorelle impegnate a far pascolare le pecore di famiglia. All’arrivo dei turchi, la più grande riuscì a scappare, ma la più giovane non riusciva a correre velocemente perché leggermente zoppa. La piccola si nascose in una grotta e pregò la Madonna di salvarla, promettendo in cambio la costruzione di una cappella a lei dedicata. La Madonna intervenne e fece sì che un ragno costruisse subito una grande ragnatela sull’ingresso della grotta. I turchi arrivarono poco dopo e, vedendo la ragnatela intatta, non pensarono che qualcuno si fosse nascosto lì dentro e passarono oltre. La grotta si trova esattamente sotto la cappella, sul lato sinistro.

La cappella non è molto lontana dalla Rotunda ed è vicina alla strada principale che porta a Burmarrad.

Fare la spesa a Mosta

Chi si trova nella vicina area di St. Paul’s Bay (Bugibba e Qawra) ha una ragione in più per venire a Mosta: il suo mercato. C’è qualche turista in giro al mercato di Mosta del lunedì, ma la maggior parte degli acquirenti sono maltesi o stranieri residenti a Malta, e molti vengono proprio da Bugibba e Qawra. Il mercato inizia presto, noi siamo andati alle 8:00 del mattino ed è l’orario migliore per fare la spesa, in generale prima andate migliore è la scelta.

Come arrivare a Mosta

Mostra si trova lungo la principale arteria che collega Valletta con il nord di Malta, e per questo è sempre molto trafficata. Di conseguenza la cittadina è ben collegata sia alla capitale, sia ai principali centri più a nord, come Bugibba e Melliea. Questo è l’elenco degli autobus che passano da Mosta:

  • dalla stazione degli autobus di Valletta: prendete uno qualsiasi tra 31, 41, 42, 45, 48, 238, grosso modo impiegano lo stesso tempo; ne parte uno ogni 10 minuti circa;
  • dalla stazione degli autobus di Bugibba: da qui passano direttamente il 31, 45, 48, 186, 280; anche in questo caso la frequenza è di circa 10 minuti;
  • da Sliema, il 203 va direttamente a Mosta, con una corsa ogni 60′, in genere il modo più veloce per andare da Mosta a Sliema è di prendere un autobus per Valletta e poi cambiare alla sua stazione degli autobus.
  • da Melliea, con il 41 e il 42; uno ogni 30′ circa;

Dove mangiare a Mosta

  • Il ristorante più famoso di Mosta (se non di Malta) è certamente il Ta’ Marija, situato vicino alla Rotunda, lungo Constitution Street: è stato eletto più volte come miglior ristorante di cucina maltese, ed è una scelta certa per chi vuole andare a colpo sicuro. La cucina propone diversi menù del giorno a prezzo fisso, oltre a un menù a la carte con una ricca scelta di piatti tipici. Anche se i menù cambiano su base settimanale, uno dei due contiene sempre piatti a base di coniglio per 30,00 €, mentre l’altro senza carne di coniglio costa 25,00 €. Il sabato sera e la domenica a pranzo è previsto invece un menù a buffet per 27,50 €. Il venerdì sera invece è prevista la folklore night, con spettacolo di folklore maltese durante la cena: è possibile prenotare un servizio completo con cena completa, bevande e trasporto da e per l’hotel, a 50 € a persona. Per maggiori informazioni visitate il loro sito.
  • Altro locale caratteristico è il Lord Nelson, in Triq Il-Kbira, sempre vicino alla Rotunda. L’ambiente è molto caratteristico, dato che il ristorante è stato ricavato da un’antica abitazione maltese di cui sono stati mantenuti gli elementi tipici. Il menù è ricco di piatti tipici della cucina mediterranea, con molte portate a base di pesce e una discreta lista dei vini. Il prezzo medio è di 25 – 30 € a testa.
[Totale: 1 voti Media: 5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.