Home > Cosa vedere > Marsaxlokk
Marsaxlokk - luzzu nel porto

Marsaxlokk

Marsaxlokk, conosciuta in italiano come Marsa Scirocco, si trova nell’estremità sud orientale di Malta. Il paese è un piccolo centro di pescatori famoso per il mercato ittico della domenica, per i luzzi, le coloratissime barche che punteggiano le acque della baia e infine per i numerosi ristoranti di pesce sul lungomare. Il nome Marsaxlokk (la x in maltese si pronuncia sh) deriva dalla parola araba marsa, ossia porto, e dal maltese xlokk, scirocco, data la sua posizione a sud-est nell’isola.

Il mercato del pesce della domenica

Mercato domenicale di Marsaxlokk
mercato domenicale di Marsaxlokk

Ogni domenica, a Marsaxlokk viene organizzato il mercato cittadino, conosciuto localmente come mercato del pesce. Il mercato prende luogo sul lungomare, dall’alba fino a mezzogiorno per il cibo, e fino al primo pomeriggio per chincaglierie varie.

In questo mercato trovate cinque banchi di pesce situati in corrispondenza della chiesa, venditori di frutta e verdura disposti alle estremità del lungomare (quella verso Birżebbuġa, quindi quello a destra avendo il mare di fronte, è il lato più economico), e in mezzo un po’ di tutto, con venditori di prodotti per la casa, abiti, souvenir e via discorrendo.

Cosa conviene comprare?

venditore di olive e formaggi al mercato di Marsaxlokk
venditore di olive e formaggi al mercato di Marsaxlokk
  • Il pesce è davvero fresco e costa poco: pesce spada e tonno si trovano a 12-15 €/kg, e sono di giornata. Le orate (in maltese awrat) hanno un prezzo che varia dai 6 ai 9 € al chilo a seconda della pezzatura, e provengono da allevamenti in mare situati a poca distanza. Potete inoltre trovare pesce per la aljotta, la zuppa tipica maltese a 5 €/kg. Da agosto a dicembre si trova un pesce locale, il lampuki, conosciuto in Sicilia come lampuga, solitamente intorno agli 8 €/kg: il sapore ricorda il pesce azzurro, i maltesi ci fanno una torta salata o lo friggono, ma in forno o padella non rende. Frutti di mare come cozze e vongole, oppure i crostacei sono praticamente assenti.
  • Frutta e verdura costa meno che nei supermercati, ma è più cara rispetto ad altri mercati cittadini, come quello di Birgu (il martedì) o Mosta (il lunedì).
  • Troverete sulla destra, poco dopo i venditori di pesce, un banco (nella foto) che vende formaggio maltese (chiamato ġbejnet), insalata di polipo, olive e bigilla, una crema da spalmare locale a base di fave. Le olive non sono come quelle pugliesi ma sono passabili, tutto il resto è ottimo e vale la pena di essere provato. Troverete anche un formaggio che viene chiamato erroneamente feta: non c’entra nulla con la feta greca, però è molto buono e farà un figurone in un’insalata.
  • Il famoso miele maltese (il nome Malta viene da melita, e l’arcipelago in epoca greco-romana era conosciuta soprattutto per il miele) in realtà è una rarità: controllate le etichette perché spesso si tratta di miele importato.
  • Tutti i vari souvenir (magliette, teli da mare e quant’altro) sono gli stessi che potete trovare nei negozi di souvenir in tutte le località turistiche, i prezzi sono sempre gli stessi.

Se avete noleggiato un mezzo e volete fare una spesa corposa, alzatevi presto e cercate di arrivare al mercato ben prima delle 9, in quanto dopo si riempe di turisti e parcheggiare diventa complicato.

Cos’altro fare a Marsaxlokk

La baia di Marsaxlokk è sempre stata un rifugio naturale per i navigatori in difficoltà, soprattutto nel periodo invernale. Ottimo punto di approdo, il porto nel corso dei secoli è stato testimone di numerosi avvenimenti storici: nel XVI secolo gli ottomani sbarcarono a Marsaxlokk per iniziare il grande assedio di Malta; nel 1798 invece, fu conquistata da Napoleone, di passaggio per la sua campagna d’Egitto; infine, durante il summit del 1989 i presidenti Bush e Gorbaciov dichiararono in questa località la fine della Guerra Fredda.

Saint Peter’s Pool

Sul lato opposto del promontorio rispetto a Fort Delimara si trova Saint Peter’s Pool, tranquilla caletta famosa per le acque cristalline e per essere un ottimo posto per gli amanti delle immersioni: dettagli su come arrivare a St. Peter’s pool si possono leggere nel nostro articolo sulle migliori spiagge di Malta.

I luzzi di Marsaxlokk

I luzzi sono le coloratissime barche da pesca maltesi. con i caratteristici occhi disegnati sulla prua. L’occhio dipinto, o ghajn, è in realtà un amuleto contro la malasorte. I luzzi si possono vedere ovunque a Malta, ma è Marsaxlokk dove se ne vedono di più insieme.  [/box_colorato]

Il parco di Tas-Slieg e Fort Delimara

Il Parco di Tas-Slieg è una riserva naturale, con panche e un bel sentiero recintato verso il mare. In pratica si trova tra Marsaxlokk e Marsaskala, se arrivate fino a St. Peter’s Pool proveniendo da Marsaxlokk, proseguite lungo la stessa strada.

Sull’altro promontorio, quello più vicino a Marsaxlokk, si trova invece Fort Delimara, costruito dagli inglesi tra il 1876 e il 1888 a difesa del porto. Attualmente la fortezza non è aperta al pubblico in quanto è in rischio di collasso, ma se siete appassionati di luoghi abbandonati non è difficile entrarvi. Alcune scene del film Assassin’s Creed uscito a fine 2016 furono girate in questo forte.

Forte San Lucien

Sull’estremità sud-occidentale della baia, si può vedere Forte San Lucien, costruito nel 1610. Una leggenda locale vuole che San Giovanni parlò ad una donna nel sonno, pregandola di andare dal Gran Maestro Wignacourt per chiedergli di fortificare l’area in vista di un imminente attacco dei turchi. Nessuno però diede retta alla donna finché nell’estate successiva i turchi attaccarono la baia. La costruzione della fortezza iniziò subito dopo. Sotto il dominio inglese, il forte venne ulteriormente ampliato e rinforzato, e usato attivamente dall’esercito durante tutto il periodo coloniale come avamposto, magazzino per munizioni e prigione.

Attualmente la struttura è gestita dall’Università di Malta e ospita un centro di ricerche acquatiche; è visitabile liberamente il sabato mattina a partire dalle 10:00.

Chiesa della Madonna Ta’ Pompej

Chiesa della Madonna ta' Pompej a Marsaxlokk
Chiesa della Madonna ta’ Pompej

Affacciata sulla piazza principale, appena sopra il porto, si trova la chiesa parrocchiale, risalente alla fine del XIX secolo, e dedicata alla Madonna di Pompei. In pieno stile maltese, la facciata principale è fiancheggiata da due torri campanarie simmetriche, costruite in pietra arenaria; anche la pianta segue lo schema tipico maltese ed è a croce latina, con un’unica navata centrale. L’interno è decorato in stile barocco, con un altare in marmo di Carrara e la pala centrale, replica del dipinto custodito nella Basilica di Pompei.

Rispetto ad altre chiese di Malta l’edificio non spicca per eccezionali meriti artistici o architettonici, tuttavia può essere interessante da visitare durante le funzioni religiose della domenica, certamente molto caratteristiche.

Informazioni utili

Come arrivare a Marsaxlokk

Marsaxlokk non è molto collegata al resto di Malta: in autobus dovrete prima arrivare a Valletta, e da qui cambiare con uno degli autobus elencati. La domenica la fermata più vicina è Xerriex: il mercato dista circa 100 metri, verso il lungomare.

  • Per andare da Valletta a Marsaxlokk prendete l’81 o l’85, o il TD10 (quest’ultima linea solo la domenica, costa il doppio) frequenza circa uno ogni 20′;
  • In alternativa c’è una linea diretta dall’aeroporto, il 119, però la frequenza è di un autobus ogni ora.
  • Il 119 prosegue fino a Marsaskala, che potete fra l’altro raggiungere a piedi con una passeggiata di circa 90 minuti, con la possibilità di sostare nel parco di Tas-Slig.

Per chi volesse spostarsi in taxi, magari al ritorno dopo una cena a base di pesce, le tariffe si aggirano attorno ai 15 € partendo da Valletta, mentre dal nord dell’isola il costo è di circa 25 €.

Dove mangiare a Marsaxlokk

La zona del lungomare di Marsaxlokk ospita circa una ventina di ristoranti, tutti a base di pesce: il paese ospita buona parte della flotta peschereccia maltese, e sia i locali che i turisti tendono ad affollare la località durante il fine settimana. Data la natura turistica del luogo, alcuni ristoranti sono diventati abbastanza deludenti (noi li abbiamo trovati già così, ma i maltesi dicono che in alcuni locali in passato si mangiava meglio o si spendeva meno), per cui non conviene sedersi a caso: guardate le recensioni online, o almeno evitate i posti più vuoti.

  • Tartarun è un ristorante di cucina maltese fra i più quotati in paese (si trova leggermente all’interno, esattamente qui), non molto grande, a conduzione familiare e con una buona scelta di piatti maltesi.
  • Terrone propone cucina italiana (si trova qui), sebbene il cuoco sia un maltese che ha lavorato in Italia: nonostante il nome il luogo ha una carta abbastanza importante, il menù di degustazione di pesce da 55 € basta per due persone.

I prezzi dei ristoranti in generale non sono cari, e potete fare una corposa cena di pesce spendendo sui 25-30 € a persona. Una buona alternativa alla ressa di Marsaxlokk nel fine settimana è Marsaskala, meno turismo e meno ristoranti di bassa qualità.

[Totale: 3 voti Media: 5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.