Home > Cosa vedere > La Cattedrale di San Paolo a Mdina
Cattedrale di San Paolo a Mdina

La Cattedrale di San Paolo a Mdina

La Cattedrale di San Paolo si trova nella piazza principale di Mdina, insieme al Palazzo Vescovile e al Museo della Cattedrale. Si tratta di un esempio di arte barocca fra i più importanti a Malta, probabilmente seconda soltanto alla Concattedrale di San Giovanni Battista a Valletta.

Storia della Cattedrale

La Cattedrale di San Paolo è un edificio relativamente recente: a seguito del terremoto in Sicilia del 1693, la vecchia Cattedrale subì danni irreparabili, e fu deciso di costruire una nuova chiesa sui resti della precedente. La nuova Cattedrale fu completata nel 1705, con uno stile barocco molto uniforme. Molti degli arredi e delle decorazioni della vecchia cattedrale furono riutilizzati per quella nuova: è il caso della fonte battesimale, databile al XV secolo; del portale, del XVI secolo, e dei dipinti di Mattia Preti, fra cui spicca la sua famosa Conversione di San Paolo, situata dietro l’altare maggiore.

La chiesa sorge sul luogo dove, secondo la tradizione cristiana, San Paolo incontrò il governatore romano Publio per la prima volta, in effetti citato negli Atti degli Apostoli. Dal punto di vista storico la ricostruzione è consistente con i resti romani visibili nella vicina Domus Romana, rendendo realistica l’ipotesi che il governatore romano avesse la propria residenza nei pressi dell’attuale Mdina. La tradizione cristiana indica inoltre le vicine catacombe di San Paolo, a Rabat, come il luogo del soggiorno di San Paolo a Malta.

Esterno della Cattedrale

Il terremoto siciliano è stato uno dei grandi motivi per l’evoluzione del Barocco in Sicilia, portando allo sviluppo di chiese e palazzi riccamente decorati sia all’esterno che all’interno. A Malta invece le cose sono andate diversamente: gli edifici esternamente sono più sobri, aumentando il contrasto con la ricchezza degli interni: è il caso della Cattedrale di San Paolo di Mdina.

Museo della Cattedrale di Mdina
Il Museo della Cattedrale si trova di fronte all’ingresso laterale

Per la costruzione della Cattedrale furono usate anche parti del vecchio palazzo vescovile, a sua volta ricostruito insieme ad un seminario, situato di fronte all’ingresso laterale della Chiesa. Il seminario oggi ospita il Museo della Cattedrale, con gli archivi ecclesiastici e dell’Inquisizione, una pinacoteca, una collezione di opere artistiche – fra cui alcune incisioni di Albrecht Dürer – e una raccolta numismatica. Il Museo ospita una biennale d’arte, la prossima dal 13 novembre 2017 al 7 gennaio 2018.

Interno della Cattedrale

Navata centrale della Cattedrale di Mdina
Navata centrale della Cattedrale

Come accennato prima, la vista esterna della Cattedrale non farebbe pensare a degli interni così riccamente decorati. L’edificio è disposto a croce latina, con un’ampia navata centrale e due laterali, su cui si dispongono 10 cappelle. Una delle prime cose che risalta è probabilmente il pavimento, composto da 300 lapidi tombali con le sepolture di nobili e religiosi, come nella Concattedrale di San Giovanni a Valletta, e in misura minore, in quella dell’Assunzione a Victoria, Gozo. Alle pareti invece si trovano numerosi dipinti, il più importante dei quali è la Conversione di San Paolo, situata dietro l’altare maggiore, opera di Mattia Preti.

Informazioni utili

Come arrivare alla Cattedrale di Mdina

Mdina è molto piccola, non avrete problemi a trovare la Cattedrale. Per arrivare con i mezzi pubblici a Mdina – o Rabat, è la stessa cosa – leggete la lista delle linee degli autobus.

Orario di apertura

La Cattedrale di San Paolo apre tutti i giorni dalle 9:00 fino alle 18:30. Il museo invece dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 16:30 (l’ultimo ingresso è alle 16:00) e il sabato dalle 9:30 alle 15:30 (l’ultimo ingresso è alle 15:00); durante la domenica e le festività religiose il Museo rimane chiuso.

Biglietto

È previsto un biglietto d’ingresso per la Cattedrale, negli orari corrispondenti a quelli del Museo, quindi dalle 9:30 fino alle 16:30 nei giorni infrasettimanali. Il biglietto comprende sia l’ingresso alla cattedrale e al Museo, al costo di 5 €; l’ingresso è gratuito per i bambini fino a 12 anni. Se andate alla Cattedrale dopo le 16:30 potete entrare senza pagare nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *